“Le Meraviglie di Milano” di Bonvesin De La Riva

Milano ha forma circolare, a modo di un cerchio; tale mirabile rotondità è il segno della sua perfezione.

•••

IL NOME

Inoltre si deve anche sottolineare che nel nome Mediolanum vi sono tutte e cinque le vocali, che occupano ciascuna un posto in ogni sillaba. Se ne deduce che, come il vocabolo della nostra città non manca di nessuna vocale, così anche la città non manca di alcun bene effettivo che sia necessario ai cinque sensi dell’uomo.

•••

LA POSIZIONE

Milano è situata in una posizione mirabile; fulgida prova ne è il fatto che vi trovano numerosissime persone molto vecchie, uomini e donne, che ci vivono fino a età decrepita.

•••

I MILANESI

I nativi di Milano di ambo i sessi sono di una statura particolare; hanno aspetto sorridente e piuttosto benevolo; non ingannano; usano malizia meno degli altri popoli, così che sono distinguibili anche più degli altri dalle restanti popolazioni.

•••

LA FERTILITA’

I nostri territori, fertili di feraci frutti, producono una così grande e così mirabile abbondanza di ogni sorta di granaglie (grano, segale, miglio, panico, fave, ceci, fagioli, cicerchie, lenticchie) e di frutta (ciliegie aspre e dolci, prugne bianche, rossicce, gialle e damaschine, pere, more, fichi, nocciole, giuggiole, pesce, uve, mandorle, pomi cotogni). Appaiono poi, in quantità immensa, le castagne, quelle comuni e quelle nobili, che vengono chiamate marroni. Cucinate in diverse maniere esse rifocillano abbondantemente le nostre famiglie. Si fanno cuocere verdi sul fuoco e si mangiano dopo gli altri cibi al posto dei datteri e a mio giudizio hanno un sapore più buono di quello dei datteri. Le nespole appaiono numerosissime nel mese di novembre. Le bacche di olivo si raccolgono in qualche luogo del nostro contado, anche se non sono estremamente sovrabbondanti, e così pure le bacche di lauro, da prendersi con il vino caldo solamente contro il male al ventre. La nostra terra invece non produce datteri né pepe né le numerosissime spezie d’oltremare: non mi dispiace, perché tali piante le producono solo luoghi aridi e torridi.

•••

I NUMERI

1• I notai sono più di millecinquecento, moltissimi tra loro sono ottimi estensori di contratti. 2 • I periti medici, che vengono chiamati comunemente fisici, sono ventotto3 • I professori di grammatica sono otto, e insegnano con grande impegno e diligenza. 4 • I chirurghi delle diverse specialità sono più di centocinquanta. 5Sei, sono i trombettieri principali del comune, uomini dignitosi ed egregi, i quali, in onore della loro così grande città, non solo possiedono cavalli, ma conducono anche una vita decorosa alla maniera dei nobili. Essi suonano la tromba in modo mirabile, diverso da quello di tutti gli altri trombettieri del mondo. 6 • I forni in città, sono trecento. 7 • I bottegai che vendono al minuto un numero incredibile di mercanzie, sono sicuramente più di mille. 8 • I macellai sono più di quattrocentoquaranta. 9 • I fabbri che attaccano zoccoli di ferro ai quadrupedi sono circa ottanta; quanti siano fabbricanti di selle, freni, sproni e staffe, non sto a dirlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...